FESTIVAL DELLA CULTURA RUSSA 2019, 4-26 OTTOBRE

Il Festival della Cultura Russa giunge alla seconda edizione dopo il fortunato esordio del 2018. L’iniziativa culturale ideata e organizzata dal nostro istituto ha lo scopo di valorizzare lo sforzo culturale di editori, slavisti, scrittori, traduttori, artisti che costantemente si occupano di Russia.

La passata edizione ha registrato circa 1.000 presenze a testimonianza del fatto che la cultura russa, in ogni sua forma d’espressione, suscita l’interesse di un vasto pubblico. Da questo punto di vista il nostro Istituto svolge un ruolo di divulgazione di alto livello e si pone come luogo di incontro e scambio interculturale tra l’Italia e la Russia.

Il tema del festival prende spunto da uno splendido saggio, pubblicato da Stilo Editrice, della slavista Donatella Di Leo, ricercatrice all’Università L’Orientale di Napoli: “Travestimenti del desiderio. Motivi faustiani nel Novecento letterario russo.”

A partire da questo spunto intellettuale inizieremo un viaggio nella letteratura russa del ‘900 in cui nella prima fase si svilupperà il tema centrale (Lunačarskij, Zamjatin e Bulgakov) e successivamente si diramerà in altre direzioni (storia dell’insegnamento della lingua russa in Italia, presentazione della nuova rivista Slavia, etc.).

PROGRAMMA DEL FESTIVAL
Roma, dal 4 al 26 Ottobre

Venerdì 4 Ottobre, ore 18:30 presso Centro Congressi Cavour, Via Cavour 50/a , 00185 Roma.
Presentazione del Festival e del saggio “I motivi faustiani nella letteratura russa del ‘900” della Dott.ssa Donatella Di Leo, ricercatrice all’ Univ. L’Orientale) con il prof. Marco Caratozzolo (Univ. di Bari “Aldo Moro”), professore associato presso l’Univ. di Bari “Aldo Moro” e direttore di Pagine di Russia, collana di Stilo Editrice. Modera Leonardo Fredduzzi.

TUTTE LE PRESENTAZIONI SI TERRANNO PRESSO L’ISTITUTO DI CULTURA E LINGUA RUSSA

Via Farini 62, 00185 Roma (Staz. Termini)

Sabato , 5 Ottobre, ore 16:30
Lezione del prof. Marco Caratozzolo e della dott.ssa Donatella Di Leo che sviluppa il tema centrale del Festival.

Mercoledì , 9 Ottobre ore 18:30
Presentazione del saggio “Stalin, il minotauro e la cipolla”, Clichy Edizioni, cura di Pilade Cantini, Guido Carpi (docente ordinario all’Università “L’ Orientale” di Napoli)  e Virginia Pili (ricercatrice e slavista).

Giovedì 10 Ottobre, ore 18:30
Presentazione dell’Oliver Cromwell di Lunacharskij, edito da Stilo Editrice a cura di Cesare G. De Michelis.
Presenta il prof. Cesare De Michelis (prof. emerito dell’Università di Tor Vergata) con la prof.ssa Bianca Sulpasso, professore associato dell’Univ. di Macerata e il Dott. Alessandro Cifariello, ricercatore in slavistica.

Venerdì , 11 Ottobre, ore 18:30
Presentazione di “Noi” di Zamjatin a cura di Alessandro Niero (professore associato all’Univ. di Bologna, slavista) , edizione OSCAR Mondadori e Voland.
Modera Leonardo Fredduzzi.

Sabato , 12 Ottobre, ore 16:30
Presentazione del “Maestro e Margherita”, ed. Demetra Editore a cura di Caterina Garzonio, con Lucetta Negarville (docente universitaria e slavista), Rita Giuliani (docente universiaria e slavista). Modera Carlo Fredduzzi.

Dal 13 al 20 Ottobre
Mostra “Profili Rivoluzionari” dell’artista Leonardo Crudi.
sito: http://www.leonardocrudi.com/de/

Profili Rivoluzionari”, mostra a cura di Giovanni Argan e Tiziano Tancredi. L’inaugurazione sarà il 13 ottobre alle ore 17 :30 in via Gino Capponi 79. Resterà aperta fino al 20 ottobre e gli orari di apertura saranno: dal lunedì al venerdì, dalle 14:00 alle 18:30; sabato e domenica dalle 10:00 alle 18:30.

Nota biografica
Leonardo Crudi nasce a Roma nel 1988. Autodidatta, all’età di 13 anni scopre il mondo dei graffiti. Questa sua prima formazione di “strada” gli insegna a costruire immagini bidimensionali ed ad associare i colori, portandolo anche a sviluppare interesse per una rappresentazione in bilico tra astrazione e figurazione. Nel 2015, si dedica allo studio del cinema d’avanguardia sovietico, restando influenzato dal “montaggio delle meraviglie” di Ėjzenštejn. Successivamente, si rivolge alle avanguardie pittoriche e fotografiche del Suprematismo, Costruttivismo e Futurismo russo, e rielabora le lezioni di Rodčenko, El Lissitzky e Malevič. Lo attrae la possibilità di unire astrazione e figurazione in un linguaggio capace di veicolare contenuti etici e politici. Nella sua visione, essere artisti significa impegnarsi attivamente per la trasformazione della società contemporanea.

Mercoledì 16 Ottobre ore 18:30 “
Letteratura e traduzione. La trasmigrazione dei testi da una cultura all’altra.” Presentazione della rivista “Slavia” con la nuova direttrice Jolanda Bufalini,  Claudia Scandura (docente universitaria e slavista) e il direttore del nostro istituto, prof. Carlo Fredduzzi.

Giovedì , 17 Ottobre, ore 16:30
Presentazione del saggio “Il tempio interiore” , L’arte della visione di Andrej Tarkovskij di Filippo Schillaci , ed. Lindau. È presente l’autore.

Giovedì , 17 Ottobre, ore 18:30
Storia dell’insegnamento della lingua russa in Italia con il dott. Alessandro Cifariello e il prof. Carlo Fredduzzi.

Venerdì 18 Ottobre ore 18:30
Charles Bukowski e V. Erofeev, “due disobbedienti a confronto” con Simona Viciani (traduttrice ufficiale di Charles Bukowski in Italia) e Leonardo Fredduzzi.

Sabato 19 Ottobre, ore 16:30
Presentazione di “Scomode verità” di Konchalovskij, edito da Sandro Teti Editore.

Giovedì , 24 Ottobre, ore 18:30,
Presentazione del romanzo di fantascienza “La chiocciola sul pendio” di Arkadij Strugackij, Boris Strugackij, edito da Carbonio Editore a cura della Dott.ssa Daniela Liberti (slavista), con il Prof. Mario Caramitti (docente a contratto all’Univ. La Sapienza) e Dott.ssa Daniela Liberti.

Venerdì , 25 Ottobre, ore 18:30
Presentazione del romanzo “Le donne di Lazar’”, ed. Voland a a cura di Corrado Piazzetta con l’autrice Marina Stepnova ed il traduttore Corrado Piazzetta.

Sabato , 26 Ottobre, ore 16:30
Presentazione dell’antologia di autori italiani e russi “Raccolta di Storie Roma- San Pietroburgo.”, realizzata dal nostro Istituto in collaborazione con l’Unione degli Scrittori di San Pietroburgo. Modera Leonardo Fredduzzi.