Conferenza online: la Roma russa e la Rivoluzione d’Ottobre

Cari amici,
proseguiamo la programmazione delle conferenze online con “La Roma russa e la Rivoluzione d’Ottobre”.

Ringraziamo Bianca Sulpasso, professore associato di letteratura russa all’Univ. Roma Torvergata per la sua disponibilità.

Pubblichiamo anche qui il video integrale della conferenza

TEMA DELLA CONFERENZA

La conferenza è dedicata al tema della Roma russa all’indomani della Rivoluzione d’Ottobre: il periodo tra il 1917 e il 1922 rappresenta, infatti, un momento particolare della vita della colonia russa romana. Per le strade della Città eterna si respira aria di Russia: non si tratta solo della presenza di russi a Roma, ma della breve ‘fioritura’ di una ‘Roma russa’. In pieno centro, in un’area di pochi isolati, la Città eterna ospita un circolo russo, un comitato di soccorso per i profughi russi, due taverne russe, una sala da tè, due teatri russi, una biblioteca russa. Vengono fondati in questi anni i giornali “La Russia” e “La Russia Nuova” e a Piazza del Popolo è attiva la casa editrice “Slovo”. Il profumo di questa ‘civiltà in penombra’ affascina profondamente gli intellettuali italiani: ne sono loro i principali cronisti. Emilio Cecchi, noto critico d’arte e letterario, celebra dalle pagine di un quotidiano romano l’apertura della Taverna russa di via della Vite: “Chi diceva che il romanzo era morto? è il vero paradiso del letterato quest’ambiente tanto denso di romanzo, che il romanzo vi si taglia a fette, come una torta”. Nel corso della conferenza verrà tratteggiato il fenomeno focalizzando l’attenzione su personalità, protagonisti e luoghi di questa Roma russa, sulle loro attività culturali e politiche nel contesto della diaspora russa in Europa.

PROFILO DEL PROF. SSA BIANCA SULPASSO

Bianca Sulpasso è professore associato di lingua e letteratura russa presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. Ha trascorso lunghi periodi di ricerca all’estero (in particolare presso la UCLA, University of California, Los Angeles e presso l’RGGU, Rossijskij Gosudarstvennyj Gumanitarnyj Universitet, Mosca), ha insegnato in diverse università in Italia e all’estero. Le linee di ricerca sono principalmente tre: l’emigrazione russa in Italia (1900-1940), nell’ambito del gruppo di ricerca sui russi in Italia (www.russinistalia.it); la letteratura russa del Settecento, con particolare riguardo per la barkoviana, il rapporto tra letteratura e potere, e per la traduzione; la letteratura russa contemporanea: tra traduzione e ricezione.
Al tema dell’emigrazione russa in Italia ha dedicato diverse pubblicazioni tra cui la monografia Oskolki russkoj Italii (Moskva, Russkij put’, 2011, con S. Garzonio) e il volume Emigrazione russa in Italia: Periodici, editoria e Archivi (1900-1940) (Salerno, 2015 curato assieme a S. Garzonio).