Venerdì 22 Gennaio, ore 18:00. Il Puškin licenzioso. A cura del prof. Cesare G. De Michelis. Incontro online.

Cari amici,
siamo felici di poter dare inizio all’attività culturale 2021 con una lezione del prof. Cesare G. De Michelis (slavista e filologo molto apprezzato) che ci parlerà di un aspetto meno conosciuto dell’opera di Puškin.

Venerdì 22 Gennaio, ore 18:00 si terrà l’incontro online (diretta Facebook, Youtube e Twitter) : “Il Il Puškin licenzioso”.

NOTA BIOGRAFICA

Figlio di Eurialo De Michelis e cugino dell’editore Cesare De Michelis, è professore emerito dell’Università “Tor Vergata” di Roma. Ha compiuto tutti gli studi all’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, completati da un anno presso l’Università Lomonosov di Mosca, laureandosi con Angelo Maria Ripellino e Tullio De Mauro. Nel 1968 ha iniziato a lavorare all’Università di Roma come borsista; nel 1971 incaricato di Lingua russa all’Università di Camerino, dal 1972 di Lingua e letteratura russa all’Università di Bari, dove nel 1977 ha vinto il concorso a cattedra, dal 1981 è stato trasferito all’Università di Tor Vergata. Ha coordinato nel 1977 la sezione letteraria della biennale di Venezia sul dissenso[1] ed è stato per un decennio Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Slavistica. Ha tenuto conferenze e seminari in varie città e Università straniere: Mosca, Pietroburgo, Parigi, Ginevra, Basilea, Praga, Gerusalemme, Yale e Stanford University (USA). Accanto all’attività accademica, ha partecipato alla redazione di riviste scientifiche (“Angelus Novus”, “Russica Romana” e “Protestantesimo”) e ha svolto attività pubblicistica (collaborando con la pagina culturale de “la Repubblica”) ed editoriale (dirigendo la collana “Le betulle” dell’ed. Marsilio di Venezia). È membro corrispondente della Società “Puškin” di Mosca; nel 1997 ha ottenuto il “Premio Calabria” per le Letterature straniere.