Venerdì 17 dicembre, ore 18:30. Presentazione “Il suicidio dell’Urss” di Sergio Romano, Sandro Teti Editore

Cari amici,
siamo lieti di invitarvi alla presentazione dell’ultimo saggio di Sergio Romano “Il suicidio dell’Urss” a trent’anni dallo scioglimento dell’Unione Sovietica.

L’evento si svolge presso la nostra sede e in streaming.

«L’impero si è letteralmente disintegrato un giorno feriale. Un mercoledì qualsiasi». Vasilij Rozanov, L’Apocalisse del nostro tempo​

A trent’anni dal “suicidio” dell’Unione Sovietica, l’autore ripercorre il Termidoro e la storia dell’Urss attraverso la raccolta di brevi saggi, scritti in presa diretta tra il 1987 e il 1992.

IL LIBRO: Dopo la morte di Brežnev nel 1982, seguita dai due brevi interregni di Andropov e Černenko, l’ascesa di Gorbačëv nel 1985 poneva fine alla gerontocrazia. Attraverso perestrojka e glasnost’ vennero subito introdotte radicali riforme politiche che, in assenza di un piano economico ben definito, condussero in breve tempo a una situazione di caos generale, a una grave penuria alimentare e al sorgere di pesanti conflitti interetnici da decenni sopiti.
Le enormi concessioni unilaterali, prive di contropartite, agli Usa e alla Nato, condussero in pochi anni allo scioglimento del Patto di Varsavia e alla riunificazione tedesca. Nonostante nel referendum del marzo 1991 il 77% degli elettori si fosse espresso per il mantenimento dell’Urss, sia pure sotto altra forma, il contro-colpo di stato di El’cin nell’agosto dello stesso anno portò alla disintegrazione dell’Unione Sovietica, che il 25 dicembre cessò di esistere.

Sergio Romano giornalista, saggista, accademico, storico e diplomatico. Ha lavorato a Parigi, a Vienna e alla sezione italiana della Bbc di Londra come giornalista. È stato direttore generale delle relazioni culturali, rappresentante permanente della Nato e Ambasciatore d’Italia a Mosca dal 1985 al 1989. Dopo le sue dimissioni, ha insegnato Storia delle relazioni internazionali alla Bocconi di Milano e alle università americane di Berkeley e Harvard. È dottore dell’Istituto di Storia universale dell’Accademia delle Scienze della Russia. Tra le molte pubblicazioni segnaliamo: Processo alla Russia (Longanesi, 2020), Atlante delle crisi mondiali (Rizzoli, 2018), Putin (Longanesi, 2016), Guida alla politica estera italiana (Bur, 2004).